Yoga: cosa è, benefici e posizioni più famose

0
512
yoga benefici e posizioni

Se ci si chiede cos’è lo yoga, si può sottolineare fin da subito che questa disciplina ha due protagonisti: il corpo e la mente. Se si afferma questo è per due diverse ragioni: anzitutto perché lo yoga sa assicurare benefici sia al fisico che alla psiche, come viene giustamente evidenziato in tutti i contenuti in cui si spiega a cosa serve lo yoga.

Inoltre gli esercizi di yoga non sono dei meri movimenti atletici, al contrario richiedono non solo una corretta esecuzione, ma anche un profondo coinvolgimento mentale, non a caso la pratica dello yoga è associata al mondo della meditazione.

Le origini storiche dello yoga

origini dello yogaChiarito quale sia il significato di yoga è interessante fare il punto sulle sue origini: questa pratica ha alle spalle una storia davvero antichissima e ciò la rende ancora più affascinante e suggestiva.

Le epoche in cui nacque questa disciplina sono talmente lontane che ancora oggi vigono non pochi dubbi sull’esatta data in cui lo yoga vide i suoi albori; è ad ogni modo una certezza il fatto che sia stata l’India la nazione in cui tale pratica ha iniziato a diffondersi, e la sua importanza è tale da essere stata un autentico caposaldo per diverse religioni.

Nell’induismo lo yoga è infatti considerato una pratica preziosa per il raggiungimento della salvezza spirituale, anche in altre religioni quali il buddhismo e il giainismo viene attribuita, a tale disciplina, una grande importanza metafisica.

Il mondo occidentale, o comunque le popolazioni odierne di tutto il mondo, non sono rimaste indifferenti nei confronti di tale disciplina a cui vengono attribuite delle proprietà così importanti. Al di là di qualsiasi implicazione religiosa, lo yoga sa assicurare una serie di benefici i quali sono stati ampiamente comprovati.

Lo yoga e i suoi benefici fisici

yoga beneficiNello yoga è utile distinguere tra benefici fisici e psichici, cominciamo dunque da quanto di positivo questa pratica sa garantire al benessere fisico. Lo yoga attenua le tensioni muscolari, è utile per allungare i muscoli, aspetto utilissimo sia per le persone sedentarie che per gli sportivi che hanno la necessità di recuperare dopo un allenamento o dopo una prestazione agonistica, ha effetti positivi sulla forza muscolare e migliora la propriocezione.

Con il termine propriocezione si fa riferimento alla capacità di percepire il proprio corpo e i propri movimenti in un determinato spazio anche senza l’ausilio della vista, e i miglioramenti propriocettivi sanno rivelarsi utili per ottimizzare l’atleticità, le performance sportive, la postura.

Praticare yoga assicura benefici a tutti gli organi del corpo, favorisce l’eliminazione delle tossine, è utilissimo per contrastare fastidi localizzati quali mal di schiena e torcicollo, ha effetti positivi sulla circolazione e molto altro ancora. Un piccolo consiglio: per una buona riuscita della sessione di yoga è buona norma disporre di un’abbigliamento da yoga dedicato.

Offerta
Teoria e pratica dello yoga
  • Iyengar, B. K. S. (Author)

Gli effetti positivi dello yoga per la mente

I risvolti positivi che lo yoga assicura alla psiche non sono affatto da meno, a cominciare dal fatto che questa disciplina è davvero eccezionale nel contrastare lo stress.
È proprio questa, d’altronde, una delle ragioni per cui il mondo occidentale si è interessato in modo così marcato a quest’antichissima pratica: la necessità di alleviare lo stress dovuto al lavoro e alla quotidianità è estremamente diffusa nei cosiddetti paesi industrializzati, e lo yoga può rappresentare davvero un’ottima soluzione.

Lo yoga è consigliatissimo a chi è interessato da stati depressivi, lo stesso si può dire per le persone ansiose che hanno la necessità di recuperare un buon equilibrio psichico.

La pratica dello yoga ha saputo garantire risultati lusinghieri a chi ha l’obiettivo di contrastare gli attacchi di panico, anche l’insonnia è un “nemico” che può essere sconfitto efficacemente dedicandosi allo yoga.

È stato dimostrato inoltre che praticare yoga con la dovuta costanza ha effetti assai positivi sulla mente a livello di lucidità, concentrazione ed attenzione, tutti aspetti che sanno rivelarsi utili nelle circostanze più disparate. Bisogna ricordare che per praticare lo yoga è necessario avere poche cose ma queste sono indispensabili. Per esempio se abbiamo un approccio meditativo alla sessione, è bene avere un buon cuscino da meditazione zafu.

Juup Kit per Yoga Set 3 Pezzi per Principianti Include NBR Tappetino da Yoga Antiscivolo Yoga Ball...
  • Ci sono solo tre pezzi del nostro set yoga, solo per prepararsi per i principianti dello yoga. Il tappetino per lo yoga è un tipo più spesso con uno spessore di 1 cm, che è meglio per te. Il...

Yoga una pratica leggera e rilassante, da praticare con costanza

Lo yoga non comporta affatto dei grossi sforzi fisici di conseguenza può essere praticato da chiunque, né vi sono particolari controindicazioni verso determinate categorie di persone: l’importante è scegliere gli esercizi più adatti e rispettare i limiti del proprio corpo, senza forzare.

Praticarlo non richiede neppure molto tempo, dunque le sedute possono anche avere delle durate molto brevi, ad esempio di 10 o 15 minuti, tuttavia se ci si vogliono assicurare dei benefici tangibili è fondamentale essere costanti: lo yoga deve dunque divenire una virtuosa e piacevole abitudine.

Allo stesso modo, ovviamente, è importante che gli esercizi vengano eseguiti correttamente e con la giusta predisposizione mentale: durante lo yoga bisogna mettere da parte ogni pensiero correlato alla quotidianità e bisogna concentrarsi esclusivamente sul presente, senza distrazioni.

Questa disciplina abbraccia una gamma di esercizi davvero molto ampia, alcuni dei quali sono perfetti per i principianti e altri, invece, sono più indicati per chi ha già una buona esperienza o comunque per chi vanta un buon livello di atleticità fisica.
Scopriamone alcuni piuttosto semplici, degli esercizi che possono essere svolti tranquillamente in casa utilizzando un comodo tappetino da yoga.

Posizioni yoga, vediamo le 5 più utilizzate:

  • La posizione del mezzo loto

yoga mezzo lotoLa posizione del mezzo loto è probabilmente quella più diffusa, un vero e proprio simbolo dello yoga, ed è molto apprezzata per il suo potente effetto calmante.
Dopo essersi seduti sul tappetino bisogna avvicinare le gambe al petto, posandole l’una sull’altra, dopodiché i palmi della mano vanno posati sulle ginocchia.

È utile ripetere l’esercizio, rispettando i medesimi tempi, anche con la posizione opposta, ovvero invertendo il posizionamento delle gambe; è inoltre fondamentale che durante l’esercizio si mantengano gli occhi chiusi.

  • La posizione del cobra

posizione del cobra yogaLa posizione del cobra offre effetti benefici davvero molto importanti sul piano fisico, non a caso è molto amata dagli sportivi: essa è di fatto un esercizio di stretching assai efficace, inoltre è perfetta per alleviare le tensioni cervicali e i dolori alla schiena dovuti, ad esempio, al mantenimento di una postura scorretta.

Questa posizione si pratica in questo modo: i palmi delle mani devono essere posati sul tappetino, mantenendo le braccia tese, il corpo invece deve essere disteso posando il collo di entrambi i piedi sul tappetino. Partendo da questa posizione è necessario inarcare la schiena rivolgendo la testa leggermente all’indietro.

  • La posizione della devozione

yoga posizione della devozioneLa posizione della devozione deve questo nome al fatto di ricordare gli atteggiamenti di venerazione tipici di diverse religioni, e si tratta di un esercizio rilassante e utilissimo per alleviare i dolori alla schiena.

Sdraiandosi proni è necessario piegare le gambe facendo in modo che sorreggano il busto, i piedi inoltre devono essere affiancati l’uno all’altro. Il corpo deve quindi essere proteso in avanti distendendo le braccia e posando i palmi delle mani sul tappetino.

  • La posizione del cane

posizione del caneLa posizione del cane con la testa in giù favorisce la tonicità muscolare ed allunga il corpo, con un particolare riguardo verso le gambe e la schiena, ed è considerata un ottimo esercizio per chi ha la necessità di fronteggiare dei dolori localizzati alla schiena, appunto, oppure alla zona cervicale.

Si tratta di un esercizio piuttosto semplice: partendo da una posizione prona bisogna sollevare il busto posando i palmi delle mani al suolo e tenendo le braccia tese, le gambe devono essere tenute distese posando sul tappetino la punta dei piedi. Il capo deve restare rivolto verso il basso.

  • La posizione equestre

posizione yoga equestreLa posizione equestre è un esercizio molto noto il quale offre effetti benefici notevoli: esso infatti allunga in modo efficace sia la muscolatura degli arti inferiori che quella degli arti superiori ed allevia le tensioni.

Partendo da una posizione prona, una gamba deve restare distesa all’indietro mentre l’altra va piegata frontalmente, facendo in modo che il ginocchio sia adiacente al suolo. Le braccia devono essere protese all’insù con le mani giunte e la spinta verso l’alto deve allungare la colonna vertebrale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here